• foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto

Benvenuto!

 
 
 

Vedi tutti gli eventi di oggi

 
 

Museo di Palazzo Grimani

musei

Facebook

Il palazzo, riaperto il 20 dicembre 2008, costituisce per la città di Venezia una novità particolarmente preziosa di rilevanza internazionale, per l’originalità dell’architettura, per le decorazioni e per la storia che ne ha caratterizzato le vicende.
Antonio Grimani, agli inizi del 1500, dona ai figli la casa da stazio: il complesso verrà poi completato grazie al nipote Giovanni, patriarca di Aquileia, e a suo fratello Vettore, procuratore di San Marco. È probabile che gli stessi eredi Grimani siano intervenuti nella progettazione e nella decorazione del palazzo.

L’architettura, che oggi possiamo finalmente vedere, fonde elementi tosco-romani con l’ambiente veneziano: tra gli altri sono particolarmente suggestivi la Tribuna, già sede della bellissima raccolta archeologica di Giovanni, il cortile, unico per la città di Venezia, e la bellissima scala di accesso. Straordinarie sono le decorazioni pittoriche. Come già per l’architettura, i Grimani si rivolgono ad artisti di formazione centro-italiana: Giovanni da Udine, Francesco e Giuseppe Salviati, Camillo Mantovano e Federico Zuccari.

Tutto questo rende Palazzo Grimani un edificio unico per la storia e l’architettura di Venezia, affascinante per l’aspetto culturale, artistico e storico, e, a restauro appena concluso, finalmente aperto come museo di se stesso e di poche, selezionatissime opere, esemplificative del gusto collezionistico cinquecentesco.

Anagrafica e contatti

Indirizzo: Ramo Grimani, Castello 4858, 30122, Venezia

AreaVenezia

Tel.: 041 2411507

Webhttp://www.palazzogrimani.org

Informazioni

Mezzi pubblici per raggiungerlo: Linea 1, Linea 2 fermata Rialto; Linea 5.1, Linea 4.1 fermata San Zaccaria

Orari di apertura: lunedì: 8.15 – 14.00. Da martedì a domenica 8.15 - 19.15. 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre chiuso.

  • Venezia per i bambini Venezia per i bambini

Prezzi

Prezzo intero: 4 €

Prezzo ridotto: 3

Ingresso gratuito per: dal 1 luglio 2014, ingresso gratuito per tutti la prima domenica di ogni mese

Vedi anche