• foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto

Benvenuto!

 
 
 

Vedi tutti gli eventi di oggi

 
 

Statistiche 2013

Facebook

 

PRIMI RISULTATI DELLA MOVIMENTAZIONE TURISTICA IN PROVINCIA DI VENEZIA PER L'ANNO 2013

 

I risultati della rilevazione sul movimento dei clienti negli esercizi ricettivi nella provincia di Venezia relativa all'anno 2013 evidenzia oltre 8 milioni di arrivi turistici e circa 34 milioni di presenze (notti trascorse). Dal confronto con i dati dell'anno 2012 emerge una sostanziale stabilità degli arrivi, pari a + 0,40%, e delle presenze, pari al -0,29%.

 

Si rilevano, tuttavia, comportamenti molto differenti, sia in riferimento alle destinazioni turistiche (Balneare, Città d'Arte, Entroterra Veneziano), che alla clientela (italiana e non) nonché alla tipologia di comparto (alberghiero ed extraalberghiero). Nel seguito le principali conclusioni.

 

► Complessivamente poco soddisfacenti sono i risultati della destinazione Balneare (43% degli arrivi e il 70% delle presenze in provincia di Venezia) con n. 3.558.839 arrivi (con un calo del 2,81% rispetto al 2012) e n. 23.649.621 presenze, con una diminuzione del -2,16%.

 

► Positivi invece gli andamenti turistici su tutti i fronti della Città d'Arte (52% degli arrivi e il 28% delle presenze in provincia di Venezia) che raggiunge n. 4.280.091 turisti, con un aumento del 3,18%, e n. 9.579.882 di presenze degli stessi (con un +4,68% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente)

► Positivo anche l'andamento nell'Entroterra veneziano che rispetto all'anno 2012 registra una movimentazione turistica stabile per il numero di arrivi registrando n. 401.666 turisti (+1,05%) e una tenuta delle presenze pari a n. 709.121 (-0,84%), dovuto all'aumento dei soli turisti stranieri.

 

Maggiori dettagli nel pdf allegato