• foto
  • foto
  • foto
  • foto
  • foto

Benvenuto!

 
 
 

Vedi tutti gli eventi di oggi

 
 

Dalla laguna al Piave. L'ambiente (PROVA)

Facebook

 

L'escursione si volge in un suggestivo ambiente agro-fluviale collocato ai margini del bacino lagunare settentrionale.
Il percorso risaie nell'entroterra costeggiando l'antico alveo del fiume Piave: dalla confluenza con il Taglio del Sile sino alla località in cui lo stesso fiume fu deviato e incanalato in un nuovo alveo.
Un itinerario breve ma ricco di stimoli e di suggestioni suscitate da una natura rigogliosa, da un paesaggio agrario di grande equilibrio estetico e dalla memoria storica di vicende umane drammatiche e non dimenticate.
Una mirabile ed inedita sintesi di valori riguardanti l'ambiente naturale e il lavoro umano permeata della verde e riposante atmosfera che pervade il fiume in ogni stagione.
Un fiume singolare la Piave Vecchia: antico alveo plavense proteso a cingere l'intero margine nordorientale della laguna di Venezia, appare da circa tre secoli trasformato in bretella idraulica di collegamento e di interscambio biologico tra i due diversi ecosistemi fluviali rappresentati dal Sile e dal Piave.
Le acque del Sile, di origine sorgiva, giungono a Caposile attraverso il Taglio del Sile e in parte vengono sospinte a risalire lo stesso alveo di Piave Vecchia sino a confluire nel nuovo alveo plavense.
Il Piave, a regime idraulico tipicamente alpino, riceve nei lunghi mesi di magra dell'estate le acque limpide del Sile, mentre nelle fasi si piena scarica parte delle proprie torbide nel vecchio alveo, che soltanto in questi casi viene percorso da correnti defluenti verso mare.
Sulla sponda sinistra del fiume si trova la borgata rurale di Chiesanuova, antica quanto l'insediamento umano nel Basso Piave e da sempre testimone interessata alle vicende della Piave Vecchia.
Qui, sulle mutere alluvionali emergenti dalle paludi circumlagunari, cresceva anticamente la foresta di quercia; e in questi stessi luoghi vive oggi una comunità contadina profondamente legata al proprio fiume, componente ambientale preziosa di una identità culturale i cui contorni, ancorché sfumati rispetto al passato, rimangono nitidi e densi di messaggi.